Grande novità nella nostra farmacia:Biomarkers test a cura del Dr Attilio Speciani

Con la terapia alimentare personalizzata il cibo sarà tuo alleato contro l’infiammazione 

 

Cos’è l’infiammazione da cibo

La ricerca scientifica ha permesso di capire che alcuni alimenti, su base individuale, possono generare un incremento nel sangue (oltre che a livello intestinale) di alcune citochine. Queste citochine sono proteine prodotte da diversi tipi di cellule immunitarie che svolgono un ruolo importante nel controllo di fondamentali processi biologici, nella risposta immunitaria, nella regolazione dei processi infiammatori e nella crescita e differenziamento cellulare.
Quando si supera un individuale livello di soglia, le citochine infiammatorie smettono di essere un semplice “segnale di avvertimento” e inducono e mantengono sintomi clinici o specifiche malattie.

Riconoscere i segnali dell’infiammazione

La moderna immunologia ci spiega oggi che artrite, dermatite, colite, cefalea ed emicrania, tosse, acne, riniti, gonfiori, cistiti e candidosi recidivanti, insieme a tante altre condizioni di disagio, sono le valvole di sfogo di una simbolica “pentola a pressione”, che rappresenta l’organismo infiammato e sovraccarico. Alimenti comuni e di per sé sani come frumento e glutine, latte e latticini, cibi fermentati e cibi contenenti nichel, quando sono mangiati in modo eccessivo o ripetitivo, possono generare reazioni infiammatorie sistemiche.

cose-2

Food Inflammation Test: 
un approccio innovativo

Sul mercato sono presenti diversi test obsoleti e privi di validazione che, parlando di inesistenti “intolleranze”, inducono spesso le persone alla pericolosa eliminazione di alcuni alimenti fondamentali dalla dieta individuale.
Food Inflammation Test è un test innovativo e scientificamente all’avanguardia che valuta il livello di infiammazione presente nell’organismo e il relativo profilo alimentare personale.

Il test si basa sul dosaggio di BAFF e PAF, due particolari citochine che possono essere stimolate dall’assunzione alimentare e di un particolare tipo di anticorpi, le Immunoglobuline G, che si innalzano nell’organismo in risposta alla ripetuta o eccessiva assunzione di alimenti di uno specifico Grande GruppoAlimentare (latte, glutine/frumento, lieviti o sostanze fermentate, nichel e oli cotti).
All’interno del referto medico, redatto da un team di medici specialisti con anni di esperienza nello studio della relazione tra cibo e infiammazione, viene suggerita una dieta di rotazione che, con modalità simili al processo di svezzamento dei neonati, permette di combattere l’infiammazione e di guidare il recupero della tolleranza alimentare, recuperando un rapporto di amicizia con il cibo.

 

Il Referto 
Food Inflammation Test

L’esito del Food Inflammation Test test è un referto medico di più di 30 pagine che può essere composto dalle seguenti sezioni:

  • Indicazione dei livelli di infiammazione attraverso la misurazione di BAFF e PAF
  • Valutazione della componente genica tramite analisi del DNA
  • Indicazione dei Grandi Gruppi Alimentari nei confronti dei quali si ha un’assunzione non equilibrata: profilo alimentare personale
  • Analisi e interpretazione medica dei risultati di laboratorio
  • Approfondimenti sui Grandi Gruppi Alimentari
  • Schemi della Dieta di Rotazione per il recupero del rapporto fisiologico con il cibo
  • Elenchi di alimenti sempre permessi e da mettere in rotazione a seconda della refertazione
  • Consigli personalizzati per intervenire efficacemente sull’infiammazione
  • Lettera per il proprio medico curante
  • Risultati di Laboratorio

Il test può avere 3 differenti opzioni:

  • Personal Food Profile
  • Food Inflammation Test
  • Food Inflammation Test con Componente genica

Di seguito i dettagli di cosa si ottiene con ogni opzione.

Schermata 2019-06-17 alle 13.00.36

Qual è la tua BioAge?
Scopri come rallentare l’invecchiamento

Quanto corre il tuo orologio biologico?

Schermata 2019-03-11 alle 16.18.30telomeri sono sequenze di DNA che ci permettono di capire quanto si mantengono giovani le nostre cellule e vengono considerati un orologio biologico. In particolare, i telomeri sono la parte terminale del singolo cromosoma, e hanno un compito preciso: proteggerne le estremità. I cromosomi, infatti, con il tempo si accorciano per effetto dell’invecchiamento e dell’ossidazione.
L’accorciamento è un processo fisiologico e del tutto naturale. Tuttavia, la sua accelerazione può rivelarsi un segnale, sia di invecchiamento precoce sia della possibile insorgenza di malattie.
Con il passare degli anni più si rallenta l’accorciamento dei telomeri, più giovani rimangono le nostre cellule e noi stessi. Questo è garanzia di un miglior stato di salute.

Scopri qual è la tua BioAge con BioAge Test

BioAgeTramite una misurazione della lunghezza media dei telomeri leucocitari, BioAge Test permette di conoscere la propria BioAge .
La BioAge è il risultato di un calcolo specifico che si ottiene interpolando i dati anagrafici e i risultati di laboratorio con un campione statistico di riferimento.

Ricerche documentate e consolidate nella letteratura scientifica hanno evidenziato l’esistenza di una relazione ben precisa tra lunghezza dei telomeri, stile di vita e velocità di invecchiamento.
Dal confronto della BioAge con l’età anagrafica si possono mettere in atto fin da subito misure adeguate che vengono approfondite all’interno del referto.

Il referto BioAge Test

fogli-referto-bioage

L’esito del BioAge test è un referto medico di circa 13 pagine così composte:

  • Lunghezza media dei telomeri della popolazione leucocitaria (LTL) espressa in kilobasi (kb)
  • Indicazione della BioAge, confrontata con l’età anagrafica
  • Analisi e interpretazione medica dei risultati di laboratorio
  • Consigli personalizzati per intervenire efficacemente sulla lunghezza telomerica
  • Approfondimenti scientifici sui Telomeri
  • Fattori che influenzano la lunghezza telomerica e indicazione degli strumenti pratici di controllo
  • Lettera per il proprio medico

Come si esegue il test?
Il test si esegue tramite un piccolo autoprelievo di sangue dal polpastrello.

Il campione raccolto viene analizzato dal  GEK Lab e refertato dal team di medici specializzati . Di norma il referto sarà disponibile presso la nostra farmacia  in meno di 2 settimane lavorative.

Vuoi saperne di più?

CONTATTACI

 

 

2019-08-10T12:37:47+00:009/8/2019|